Contatto: 0962.27697 | info@jobel.org

MUSEO DI PITAGORA

Museo di Pitagora


Il Museo di Pitagora, all’interno dell’omonimo parco, è articolato in un corpo parzialmente ipogeo integrato nel monte e contemporaneamente aggettante verso il centro urbano. Questa articolazione realizza una copertura di verde pensile che definisce un paesaggio continuo tra  parco e città attraverso il museo. Il giardino pensile è concepito come belvedere sul parco e la città in direzione del Castello Carlo V e diventa luogo di socializzazione all’aperto.

Alla struttura museale è possibile accedere al livello inferiore attraverso un percorso ascensionale dalla città, oppure al livello superiore mediante un percorso discendente dal monte. Tra i due livelli si articola una promenade interna a spirale che distribuisce le varie funzioni museali (foyer, sale espositive permanenti e temporanee, laboratori didattici) e conduce il visitatore in modo fluido e continuo tra lo spazio espositivo interno al Museo e quello esterno dei Giardini di Pitagora. La relazione tra architettura e paesaggio viene enfatizzata negli spazi del foyer a livello inferiore e della terrazza a livello superiore che inquadrano come in un cannocchiale il panorama esterno.

La struttura museale ospita al suo interno la “Ludomatica”, unica mostra interattiva della matematica del Sud Italia, allestimenti temporanei, una mappa tattile del parco e del museo per non vedenti ed ipovedenti, l’esposizione permanente “Pitagora Docet” con le opere degli artisti di fama internazionale premiati in occasione del Premio Pitagora 2015 (Federico Paris, Beatrice Zagato, Federico Clapis, Simone Fugazzotto), e la Mostra “Simmetria, giochi di specchi” giunta direttamente dall’Università Statale di Milano.

Oltre a rappresentare un sito d’interesse unico per l’approfondimento del pensiero pitagorico,   il Museo di Pitagora è divenuto uno dei principali luoghi di aggregazione socio-culturale ma anche di divulgazione scientifica della città pitagorica.